Plessi scolastici

 

Ambienti multilingui, cittadini plurilingui

Con il Decreto n. 194 del 27 novembre 2014 è stata attivata in tutte le scuole sammarinesi una sperimentazione triennale di pluringuismo, al fine di creare un ambiente di apprendimento multilingue. In particolare, a partire dall’anno scolastico 2015-2016, nelle classi/sezioni della Repubblica di San Marino, dall’Asilo Nido alla Scuola Secondaria Superiore, verranno utilizzate, oltre all’italiano, anche altre lingue per svolgere attività ludiche, laboratoriali e didattiche. Quindi non solo si continua lo studio di altre lingue, ma si gioca e si studia adoperando altre lingue.

La ricerca scientifica sulle abilità cognitive e linguistiche ha dimostrato che il cervello dei bambini plurilingui sviluppa più rapidamente abilità come l’organizzazione del pensiero, la capacità di pianificazione, il controllo e l’attenzione, la prontezza decisionale e la rapidità nel recepire e interpretare segnali di vario genere.

Già in questo anno scolastico in molte classi della Scuola Elementare si sono realizzate attività multilingue, con particolare attenzione alla lingua inglese, su sollecitazioni e proposte del prof. Martin Dodman, incaricato dalla Segreteria di Stato Istruzione e Cultura al coordinamento del progetto.

Dall’anno scolastico 2013-2014, è stata avviata anche la formazione degli insegnanti per sviluppare una competenza comunicativa in lingua inglese. Circa cinquanta docenti stanno effettuando corsi di formazione per l’apprendimento della lingua inglese, a partire da un livello base, che prevede la capacità di comprendere e sostenere semplici conversazioni vicine all’ambiente scolastico, fino ad un livello più avanzato, che certifica una buona padronanza nella comprensione e una capacità di comunicazione fluente.